ALESSANDRO SIANI SU NEW RADIO. ASCOLTA L’INTERVISTA

Alla fine il primo ‘miracolo’ è arrivato al botteghino che ha consacrato definitivamente Alessandro Siani come garanzia della commedia italiana. In meno di dieci giorni di programmazione “Si accettano miracoli” ha sfondato il tetto dei dieci milioni di incasso con una media altissima di copia per sala. Di questo passo dovrebbe crollare il precedente record de “Il principe abusivo” e la seconda opera da regista dell’attore napoletano potrebbe affermarsi come uno dei film più visti della stagione. Sin dai primi giorni di programmazione scene da panico all’interno dei multiplex con lunghe code alle casse e gestori ‘costretti’ ad aumentare il numero degli spettacoli previsti. La ‘fantasy comedy’ di Alessandro Siani ha fatto di nuovo centro, consolidando un genere già sperimentato con successo nel debutto dietro la macchina da presa. A decretare il successo di “Si accettano miracoli”, anche un cast di eccellenti attori di estrazione teatrale e l’ottimo affiatamento con gli altri due protagonisti: Serena Autieri e Fabio De Luigi.

Entrambi già avevano avuto esperienze cinematografiche al fianco di Alessandro Siani e in questa pellicola hanno confermato tutto il loro feeling con lo scugnizzo d’oro del cinema italiano. Positivo anche l’ingresso in squadra di un’attrice trasversale come Ana Caterina Morariu.

Nei giorni di lacrime ed amarezza per la scomparsa di Pino Daniele, Napoli trova la forza di sorridere al cinema con la favola di Siani ambientata nelle splendide cornici di Sant’Agata dei Goti e Scala sulla Costiera Amalfitana.

Qui potete riascoltare l’intervista che Alessandro Siani ha concesso ai microfoni di New Radio Network in occasione della presentazione di “Si accettano miracoli”. L’attore-regista parla di questa bella esperienza vissuta sul set, del rapporto con i colleghi, delle speranze per il 2015 ed ovviamente i saluti al nostro pubblico (servizio realizzato da Vincenzo Lombardi con montaggio di Norbit Housemaster)

Ascolta l’intervista

Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nome *