BAGLIONI SBARRA LA STRADA AI TALENT. ECCO SANREMO 2018. TUTTI I NOMI. NAPOLI E CASERTA IN FESTA CON AVITABILE E SERVILLO

FA SCALPORE LA PRESENZA DI TRE EX POOH. NINA ZILLI, ANNALISA E NOEMI SEMPRE PIU’ PRESENZE FISSE. ORNELLA VANONI TORNA IN GARA AD 83 ANNI. MARIO BIONDI E THE KOLORS IN LINGUA ITALIANA, GRANDE ATTESA PER ERMAL META E FABRIZIO MORO. SI RIUNISCONO DECIBEL E VIBRAZIONI, ULTIMO ATTO IN GRADE STILE PER GLI ELII. IL DIRETTORE ARTISTICO RIFIUTA LE UGOLE DEI TALENT TV 

 

Ha avuto una lunga gestazione questo Sanremo 2018 (solo a settembre è arrivata la nomina del conduttore/direttore artistico e la linea guida della prima edizione post regno Carlo Conti, ndr), ma forse ne è valsa la pena. Sorprese, molto conferme del tradizionale toto-pronostici della vigilia, buona dose di qualità, ma soprattutto 20 “BIG” con una storia e un curriculum già solido. Concetto valido anche per i più giovani che hanno comunque sulle spalle una massiccia esperienza di palco. Il 68° Festival della Canzone Italiana nasce senza il suo padre padrone (nemmeno un fotogramma in video di Claudio Baglioni nella interminabile serata passerella di RaiUno, ndr). Di contro un cast che, almeno sulla carta, dovrebbe garantire molta sostanza al grande ed atteso evento in programma dal 6 al 10 febbraio. L’Ariston chiude la porta alle starlette dei talent show e punta con decisone all’usato sicuro. Fa un pochino discutere la presenza di tre ex Pooh, in gara ad appena un anno dallo storico scioglimento del gruppo. Roby Facchinetti e Riccardo Fogli, già in classifica con un album, si presentano nel ricordo dei loro trionfi festivalieri. Red Canzian prova a far rinascere la carriera da solista. La festa grande è tutta in Campania. Napoli e Caserta si abbracciano con Enzo Avitabile e Peppe Servillo. Sarà grande arte senza ombra di dubbio. Strameritato il posto all’Ariston per Enzo Avitabile, musicista tra i più apprezzati al mondo e vincitore di due David di Donatello per le musiche di “Indivisibili”, il film di Edoardo De Angelis. Il suo sax all’Ariston suonerà anche per Pino Daniele e Fausto Mesolella. Tra i colpi forti di Claudio Baglioni e la sua Commissione, anche due nomi completamente agli antipodi, ma che al prossimo Festival regaleranno una grande novità: cantare in italiano. Novità assoluta, la lingua madre, per i The Kolors che hanno atteso il momento giusto per sbarcare a Sanremo. Applausi anche per l’annuncio di Mario Biondi che qualche strofa tricolore l’ha pure cantata, ma qui si cimenta con un vero e proprio progetto.

C’è poi tanta nuova generazione femminile, che all’Ariston ha già accumulato tanta esperienza nelle ultime sette/otto edizioni: Nina Zilla, Annalisa, Noemi, hanno spesso piazzato colpi vincenti e tentano di quantità alle loro classifiche con nuovi progetti discografici. Torna anche Giovanni Caccamo, che dopo la vittoria nei Giovani del 2015 non è riuscito a spiccare il volo nonostante le benedizioni di Caterina Caselli e Franco Battiato. Sua Maestà Caselli, piazza anche il redivivo Renzo Rubino. Lodi e curiosità anche per due duetti inediti nei quali sono riproposte ottime speranze autoriali: il bravissimo Diodato (sempre elogiato da Mina) si presenta con la tromba e l’energia di Roy Paci. Mentre Ermal Meta e Fabrizio Moro promettono emozioni e voglia di giocarsi un posto al sole. E se le band si sciolgono, a Sanremo 2018…si ricompongono: Enrico Ruggeri ritrova i Decibel, Francesco Sarcina le Vibrazioni. Se nelle ultime edizioni abbiamo visto infornate di ragazzini nati in televisione con seguito social, quest’anno ritroviamo Luca Barbarossa, Ron e soprattutto Ornella Vanoni. Ad 83 anni la Signora della musica italiana torna in gara in un trio costruito ad hoc con Bungaro e Pacifico, da tempo tra gli autori più amati ed apprezzati dai grandi nomi della nostra musica. Ancora qualità con Max Gazzè, quota indie con Lo Stato Sociale e poi il vero grande botto di Sanremo 2018: ritornano Elio e Le Storie Tese che al Festival hanno sempre lasciato un segno importante. Avevano annunciato il loro ritiro proprio per questo dicembre, lo faranno in grande stile nella kermesse musicale più seguita e chiacchierata. Emblematico il titolo della canzone in gara. “Arrivedorci”. Capitolo Giovani. Selezionate le otto Nuove Proposte. Si intravede qualcosa di positivo. Ci sono delle basi, speriamo possa nascere un nuovo Francesco Gabbani.

Partono in leggero vantaggio Mirkoeilcane, Ultimo. Mudimbi e Lorenzo Baglioni, ma occhio alle sorprese. Dunque un Festival di Sanremo nuovo di zecca sotto l’albero. Fino al 5 febbraio domineranno le chiacchiere e le indiscrezioni, poi sarà la musica l’unico arbitro di una gara che non prevederà eliminazioni fino all’ultima serata per volere del ‘conducente’ Claudio Baglioni. Festival sarà anche su New Radio Network con tantissimi contenuti ed argomentazioni legate a Sanremo 2018. Sulla nostra pagina facebook (https://www.facebook.com/NewRadioNet/), potrete sempre essere aggiornati su quanto l’emittente dedicherà a questa edizione.

servizio a cura di Vincenzo Lombardi

68° FESTIVAL DELLA CANZONE ITALIANA: I BIG IN GARA

ROBY FACCHINETTI & RICCARDO FOGLI – “Il segreto del tempo”, NINA ZILLI – “Senza Appartenere”, THE KOLORS – “Frida”, DIODATO & ROY PACI – “Adesso”, MARIO BIONDI – “Rivederti”, LUCA BARBAROSSA – “Passami il sale”, LO STATO SOCIALE – “Una vita in vacanza”, ANNALISA – “Il mondo prima di te”, GIOVANNI CACCAMO – “Eterno”, ENZO AVITABILE & PEPPE SERVILLO – “Il coraggio di ogni giorno”, ORNELLA VANONI con BUNGARO e PACIFICO – “Imparare ad amarsi”, RENZO RUBINO – “Custodire”, NOEMI – “Non smettere di cercarmi”, ERMAL META & FABRIZIO MORO – “Non mi avete fatto niente”, LE VIBRAZIONI – “Cosi sbagliato”, RON – “Almeno Pensami”, MAX GAZZE’ – “La leggenda di Cristalda e Pizzomunno”, DECIBEL – “Lettera dal Duca”, RED CANZIAN – “Ognuno ha il suo racconto”, ELIO E LE STORIE TESE – “Arrivedorci”.

NUOVE PROPOSTE:

MUDIMBI – “Il mago”, EVA – “Cosa ti salverà”, MIRKOEILCANE – “Stiamo tutti bene”, LORENZO BAGLIONI – “Il congiuntivo”, GIULIA CASIERI – “Come stai”, ULTIMO – “Il ballo delle incertezze” – LEONARDO MONTEIRO (da Area Sanremo) – “Bianca”, ALICE CAIOLI (da Area Sanremo) – “Specchi rotti

Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nome *