BOSSO & FRASSICA: EMOZIONI VERE A SANREMO. FESTIVAL POCO FRIZZANTE. BENE CLEMENTINO, MERAVIGLIOSA PATTY…. TUTTI I VERDETTI E L’AUDIO DI VALERIO SCANU

Impareggiabile Virginia Raffaele nei panni di Carla Fracci. Lo “Schiaccianoci” diventa “La notte vola”. Tra i giovani passano alla finale del venerdì, Chiara dello Iacovo e Metal Meta. Annalisa ed “Elio” tra i promossi “provvisori”. Sorpresa per la “zona rossa” di Zero Assoluto, Dolcenera e Bernabei. La gara si ferma. Terza serata dedicata alle “Cover” con le re-interpretazioni dei “Big”. Si festeggiano i 50 anni di carriera dei Pooh. 

 

La musica come la vita, si fa può fare in un solo modo: insieme!”. E’ la frase simbolo della seconda serata di Sanremo e resterà per molto tempo scolpita nella storia della kermesse. La regala con un diluvio di emozioni Ezio Bosso, pianista, compositore, direttore d’orchestra, affetto dalla SLA dal 2011. Un talento, un’eccellenza italiana, che ha regalato lacrime vere al pubblico. Bosso sopra tutti. Sopra i nastrini arcobaleno pro-unioni civili, sopra l’ospitata mordi e fuggi di Ellie Goulding, sopra la bellezza statuaria di Nicole Kidman. Di pari livello solo altri due momenti della seconda serata (e non sono le canzoni in gara…): la festa del trentennale per Eros Ramazzotti (nel 1986 il trionfo di “Adesso Tu”) e l’impareggiabile Virginia Raffaele, già lanciata verso l’Oscar assoluto di questa edizione. Il Festival è ormai lei; si aspetta l’inizio della puntata per capire in quali panni si calerà per le sue re-interpretazioni (per carità non chiamatele imitazioni). Nella seconda serata è toccato a Carla Fracci, l’etoile italiana più famosa al Mondo. Pungente, cinica, snob, arrogante. Virginia-Fracci ha dissacrato la religiosità della danza trasformando lo “Schiaccianoci” ne “La notte vola” di Lorella Cuccarini. Emozioni inedite con Nino Frassica, che lascia per un attimo il ruolo tradizionale del comico sgrammaticato per cantare “A mare si gioca”, poesia scritta con Tony Canto. Una favola in stile “La vita è bella” per raccontare ai bambini attraverso la fantasia la tragedia che ogni giorno tanti esseri umani vivono nel mar Mediterraneo. A questo 66° Festival della Canzone Italiana manca ancora un pezzo forte, trainante. Standing ovation per Patty Pravo e nulla più. Quasi un premio alla carriera.

Forse rispetto ad un anno fa, un passo indietro. Ma si guarda al bicchiere mezzo pieno. Gara aperta fino alla fine. Saranno solo le ultime giornate di questo Sanremo a delineare qualcosa di più preciso. Ancora sorprese nella classifica provvisoria, ancora a danno dei giovani. A rischio eliminazione gli Zero Assoluto (che avevano abbastanza convinto con un brano nel loro classico stile, che forse non trova rinnovati appeal).

Stesso dicasi per Alessio Bernabei che, come per gli ex compagni Dear Jack, si trova appeso ad un filo. “Zona rossa” anche Neffa e Dolcenera (che si è rinnovata in un blues che al momento non ha sortito l’effetto-sorpresa). Già con una buona dose di voti in cascina Clementino e la sua energia spensierata, Annalisa (bella interpretazione e leggere assonanze con “Sei bellissima” della Bertè), Valerio Scanu, Francesca Michelin (piace il suo pezzo), Patty Pravo e gli “Elii”, che ormai non fanno più notizia. Prima serata di verdetti con le Nuove Proposte: passano alla finale di venerdì due favoritissimi: Chiara dello Iacovo (con il 64%) ed Ermal Meta (con il 59%), giovani già con tanta esperienza che alla fine è risultata decisiva. Stasera altra sfida a quattro: Miele contro Francesco Gabbani, Mahood contro Micheal Leonardi. Si ferma momentaneamente la gara. Terzo giorno del Festival dedicato ai grandi successi della musica italiana. E’ la serata delle “Cover”. I Campioni in gara re-interpretano brani della tradizione canora (in alcuni casi accompagnati da colleghi-ospiti). Alla fine ci sarà un vincitore, ma il risultato non influirà sulla gara. L’anno scorso Nek con “Se telefonando”, trovò a febbraio la sua hit per l’estate. Ospite d’onore Hozier. Altra grande festa “made in Italy” per i Pooh. La grande reunion per i 50 anni di carriera. Tutti insieme, Roby Facchinetti, Stefano D’Orazio, Dodi Battaglia, Riccardo Fogli e Red Canzian, per “L’ultima notte insieme”. Riepilogo dove l’esibizione di tutti i “Big”: in zona “protetta”: Stadio, Ruggeri, Fragola, Hunt, Arisa, Caccamo-Iurato, Clementino, Annalisa, Scanu, Michelin, Elio e Le Storie Tese, Patty Pravo. A rischio eliminazione: Fornaciari, Noemi, Bluvertigo, Dear Jack, Dolcenera, Zero Assoluto, Bernabei, Neffa. Come ha detto Clementino: “Doie fritture” e si va verso la terza serata

servizio a cura di Vincenzo Lombardi – foto di Carlo Capodanno

ASCOLTA L’AUDIO INTERVISTA A VALERIO SCANU

Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nome *