CI HA LASCIATO B.B. KING. IL “RE DEL BLUES” E’ MORTO A 89 ANNI A LAS VEGAS – GUARDA IL VIDEO

Se ne va uno dei più grandi di sempre: è morto a Las Vegas B.B.King, il ‘re del Blues’, aveva 89 anni.  “Se dici Blues, devi dire B.B.” sentenziava Aaron Neville, leggendario falsetto dei Neville Brothers, famiglia simbolo di New Orleans. ”Lui è the Master, the grand master” gli faceva eco Eric Clapton. B.B. King, ha reso noto l’avvocato del musicista Brent Bryson, è morto nel sonno, nella sua casa di Las Vegas. Dai campi di cotone del Mississippi alle glorie del successo musicale, King ha avvicinato nuovi fans al blues ed ha influenzato generazioni di musicisti, vendendo milioni di dischi in tutto il mondo. La leggenda del blues aveva ricevuto il suo 15/mo Grammy nel 2009 nella categoria blues tradizionale con l’album ‘One Kind Favor‘. In un’autobiografia, il musicista, sposato due volte e padre di 15 figli avuti da altrettante donne, si confessava: ”Non campo senza le donne. Ho bisogno delle donne quanto all’aria da respirare e l’acqua di bere. Per tutta la vita – aggiungeva – sono stato perdutamente innamorato delle donne”. King era sempre a caccia. ”Sono scapolo da 24 anni e gli anni piu’ felici sono stati quelli da sposato”. Considerato uno dei migliori chitarristi elettrici, Riley B. King nella sua lunghissima carriera ha inciso 50 album in studio e solo tra il 1951 e il 1985 è entrato 74 volte nella classifica americana dei dischi più venduti. Alcuni suoi brani, come The thrill is gone, sono diventati del successi mondiali e hanno contribuito a rendere ancora più popolare il blues. Il suo stile, il celebre ‘staccato’, ha influenzato generazioni di chitarristi a cominciare da Eric Clapton, ma anche gli U2 lo avevano voluto accanto per l’incisione della loro When love comes to town.

Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nome *