La vigilia del Festival: una valanga di ospiti tra Siani e Will Smith. Omaggi a Daniele, Mango e Faletti. ASCOLTA L’AUDIO DI CARLO CONTI

La scaletta è quasi pronta. Mancano gli ultimi dettagli per l’apertura di un Festival che si preannuncia molto buonista e con poca intenzione di dare scandalo (dopo i Grillo, i Celentano e le farfalline varie…..). Un Festival anni ’80 quasi di ispirazioni baudiana.

Dalla teoria ai fatti: di quel decennio d’oro della kermesse saranno testimonial Albano e Romina e gli Spandau Ballet che in quel periodo si contendevano le schiere di ragazzine come accade oggi per One Direction e Justin Biber. Carlo Conti arricchisce il tavolo degli invitati alla grande festa e qualcuno inizia ad avere dubbi sulla durata delle serate (chi chiuderà regolarmente dopo l’una di notte?). Al già annunciato Giorgio Panariello (ospite sabato sera), si aggiungono altri momenti comici con Alessandro Siani (all’apertura di martedì), Angelo Pintus, Luca & Paolo. Anche lo sport avrà la sua meritata copertina con il vincitore del Tour de France, Vincenzo Nibali, e il CT della Nazionale, Antonio Conte. Confermato anche Will Smith che arriverà con la bionda Margot Robbie co-protagonista del film “Niente è come sembra”. Prima serata anche con la presenza di Imagine Dragons che all’Ariston daranno assaggio del nuovo lavoro discografico in uscita il 17 febbraio. Pino Daniele e Mango saranno ricordati con degli omaggi “soft”, mentre quasi sicuramente troverà spazio in questo Sanremo 2015 anche Enrico Ruggeri, la cui esclusione dai “Big” ha fatto tanto discutere.

All’Ariston dovrebbe presentare la tanto attesa “I Tre Signori” dedicata a Giorgio Faletti, Giorgio Gaber ed Enzo Jannacci. Il buon Ruggeri, comunuqe, sarà sul palco anche come testimonial del nuovo progetto legato alla Nazionale Cantanti. Altri omaggi (i cinquant’anni di “Io che non vivo” di Pino Donaggio in primis) dovrebbero far capolino in questo Festival con l’aspirazione ad essere molto pop. Il tutto condito da miniospitate, in una speciale rubrica/finestra chiamata “Tutti cantano Sanremo” dove Carlo Conti incontrerà persone interessanti e particolari come il presidente della Sampdoria Massimo Ferrero o come la famiglia Anania (il nucleo familiare italiano più numeroso) ai quali il conduttore chiederà qual è la canzone del cuore del Festival. Tra loro ci sarà il Medico di Emergency Fabrizio Pulvirenti che è stato il primo italiano a contrarree il virus Ebola. A Sanremo racconterà la sua esperienza. Il primo ascolto delle canzoni non esalta più di tanto. Malika Ayane ed Irene Grandi una spanna sopra gli altri, Marco Masini e Nek fedeli ai loro stili, Alex Britti e Nina Zilli deludono le attese, Lara Fabian la sorpresa, I Soliti Idioti in versione “Cochi e Renato 2.0”, radiofoniche Chiara ed Annalisa. Belle cariche le vallette Emma ed Arisa, ma una marcia in più sembra averla la bella Rocio Munoz Morales. Qualcuno ha detto che si tratta di un volo senza paracadute, ma l’attrice spagnola appare essere a proprio agio e pronta ad incantare la platea. Il Festival consuma la sua vigilia. Da martedi sera (finalmente) parlerà lo spettacolo.

CLICCA ED ASCOLTA L’AUDIO DI CARLO CONTI: ECCO COME SARA’ SANREMO 2015

Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nome *