LA MUSICA PIANGE IL SUO NERO A METÀ. É MORTO PINO DANIELE

Pino Daniele ci ha lasciato. Improvvisamente e nella maniera più amara possibile. Con milioni di fans ed estimatori che avevano ancora negli occhi la recente esibizione al Capodanno televisivo in diretta su RaiUno dalla Valle d’Aosta. L’artista, che avrebbe compiuto 60 anni il prossimo marzo, é morto a causa di un infarto nella sua casa di campagna in Toscana. La notizia è stata diffusa sul web da Eros Ramazzotti su Instagram con questo messaggio: «Anche Pino ci ha lasciato. Grande amico mio ti voglio ricordare con il sorriso mentre io, scrivendo, sto piangendo. Ti vorrò sempre bene perché eri un puro ed una persona vera oltre che un grandissimo artista. Grazie per tutto quello che mi hai dato fratellone, sarai sempre accanto al mio cuore. Ciao Pinuzzo…».

Successivamente sono arrivate conferme da altri protagonisti del mondo della canzone come i Negramaro, Fiorella Mannoia, Laura Pausini e i Tiromancino che hanno postato la notizia e affidato il loro dolore a twitter e facebook. Pino Daniele, classe 1955, avrebbe compiuto 60 anni il prossimo 19 marzo. Il decesso sarebbe avvenuto nella serata, mentre Ramazzotti ha diffuso la notizia alle 2.08. Impossibile sintetizzare la carriera e i successi di un autentico genio della musica. Il debutto sulla scena nel 1976 con i Napoli Centrale, mentre l’anno seguente arriva il primo album, pietra miliare della storia della musica: “Terra Mia“. Un album che denota il profondo legame del cantautore con la tradizione partenopea e mediterranea sia per le musiche che per i testi, i quali ricordano, talvolta, canti e usanze popolari tipicamente napoletane.

Tra i brani dell’album di maggiore successo sono sicuramente Terra mia, ma soprattutto “‘Na tazzulella ‘e cafè” e “Napule é“, nel tempo sarà un vero manifesto per l’autore (che l’aveva scritta a soli 18 anni) e per l’intera città. Poi una serie lunghissima di successi (“Je so pazzo“, “Anna verrà“, “Quando“, “Quanno chiove“, “Io per lei“, “‘O scarrafone“, “Mal di te“, “Neve al sole“, “I say io sto ‘cca“, “Yes I know my way”), e soprattutto di collaborazioni sia con grandi nomi internazionali che con artisti italiani. Nel 1994 l’evento “PinoLorenzoEros“, una serie di concerti unici nel loro genere in compagnia di Eros Ramazzotti e Jovanotti, dove i tre artisti si divertivano a scambiarsi successi ed arrangiamenti.

 

 

 

Un capitolo a parte merita l’amicizia e la collaborazione con Massimo Troisi. Pino Daniele ha musicato tre film dell’attore-regista scomparso il 4 giugno 1994: “Ricomincio da tre“, “Le vie del Signore sono finite” e “Pensavo fosse amore invece era un calesse“. Una collaborazione continuata in musica con la poesia-canzone “Ossaje comme fa ‘o core“, scritta da Troisi e musicata da Daniele. Intorno alle alle ore 05.00 del 5 gennaio la conferma ufficiale della scomparsa da parte dello storico manager Ferdinando Salzano.

Il cordoglio di tutta New Radio Network che si unisce al dispiacere di milioni di persone. Numerosi gli omaggi musicali e i ricordi che si susseguiranno nelle prossime ore di programmazione.

 

Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nome *