SANREMO NUOVO….NUOVO SANREMO. RE CLAUDIO SDOPPIA IL FESTIVAL

DUE FESTIVAL IN POCO PIÙ DI DUE MESI. CLAUDIO SECONDO STRAVOLGE SANREMO. DAL 17 AL 21 DICEMBRE IN GARA 24 NUOVE PROPOSTE. I DUE VINCITORI SI RITROVERANNO A FEBBRAIO NELL’UNICA CATEGORIA BIG. PER I GIOVANI UNA COMPETIZIONE TUTTA DEDICATA A LORO MA, SCOMPARE MOMENTANEAMENTE, LA CATEGORIA CHE HA LANCIATO RAMAZZOTTI, MASINI, GIORGIA, PAUSINI, GRANDI, GABBANI…. 

 

Forse nemmeno Pippo era riuscito a fare tanto. Due “Sanremi” in poco più di due mesi. Dopo le tante voci della vigilia, ampiamente anticipate anche da New Radio Network, é arrivata l’ufficialità. Il Festival di Sanremo 2019 di Claudio Secondo si sdoppia in due ed elimina la categoria Nuove Proposte. La sezione che ha visto nascere Ramazzotti, Masini, Giorgia, Pausini, Bocelli, Negramaro, Arisa e non ultimo Gabbani, va momentaneamente in pensione sostituita da un intero pre-Festival dedicato completamente ai Giovani dai 16 ai 36 anni.

Un Sanremo sotto l’albero di Natale che andrà in onda dal 17 al 21 dicembre con quattro preserali e due dirette RAI per decretare le due Nuove Proposte a febbraio si ritroveranno a concorrere nella categoria BIG che il buon ‘dittatore artistico’, Claudio Baglioni, ha già deciso di allargare a 24 concorrenti. Un’idea che il buon Claudio voleva attuare già nella passata edizione dei record, ma il poco tempo a disposizione aveva impedito di mettere in pratica questo storico cambiamento. Così il mezzo secolo di carriera di Baglioni si chiude con il bis all’Ariston e un Festival 2019 che viaggerà, dal primo all’ultimo giorno, con un’unica categoria e permetterà anche ai nuovi arrivati di cullare il sogno della grande vittoria. 24 saranno i Giovani ammessi alla prima parte di Sanremo con la città dei fiori chiamata agli straordinari in materia di organizzazione ed accoglienza. Dopo 68 anni, il Festival prova a scrivere qualcosa di nuovo. Astenersi critiche a tutti i costi, meglio una serena valutazione a boccie ferme. “A me – ha commentato Claudio Baglioni sulla sua pagina facebook- non interessa solo un nuovo Sanremo: mi appassiona un Sanremo nuovo, che abbia qualcosa di inedito, nel senso di interessante, avvincente, magari addirittura sorprendente, da dire e lo dica nel modo migliore possibile”. 

servizio a cura di Vincenzo Lombardi – foto archivio New Radio Network di Carlo Capodanno 

 

 

Commenti

commenti